Ponuda iz snova?

Vlasti pitoresknog sela na samom jugu Švicarske na prodaju nude 9 kuća za 6 kuna

Kuće se nalaze u planiskom području s pogledom na jezero Maggiore
Jezero Maggiore u Švicarskoj
 Profimedia, LOOK-foto

Lokalne vlasti najjužnijeg švicarskog kantona Ticino na prodaju daju kuće za nižu cijenu od šalice kave, odnosno jedan franak (oko 6,68 kuna). Zbog sve veće imigracije stanovništva u urbane sredine, vlasti malog pitoresknog sela Monti Sciag blizu talijanske granice ovom odlukom žele svoje naselje spasiti od izumiranja.

Na raspolaganju je devet ruševnih kuća od kamena, koje su kupci nakon zaključenja ugovora dužni renovirati po svim tamošnjim propisima. Kuće se nalaze u planiskom području s pogledom na jezero Maggiore, a imaju dostupne vodovodne instalacije, što značajno olakšava preuređenje, piše The Independent.

Da švicarci svim silama žele spasiti svoja mala i zaboravljena naselja pokazuje i primjer iz sela Albinena gdje su tamošnje vlasti mladim obiteljima nudile 15.000 franaka (oko 100.239 kuna) za preseljenje.

View this post on Instagram

L'Alpe di Montoia, dai tetti rossi, l'ho vista dalla Bassa di Indemini il mattino che dal Monte Tàmaro ho raggiunto il Monte Gradiccioli. Non so perché ha attirato la mia attenzione e, arrivata a casa, ne ho studiato subito il percorso per vedere se fosse bello e se si potesse fare un giro ad anello. Detto, fatto. Partenza da Indemini, un paese di 26 abitanti residenti, prima del confine italiano verso il Luinese. Paese sperduto, che sopravvive nonostante la distanza da tutto e tutti, con un ristorante comunque sempre frequentato, e un piccolo negozio che fa da alimentari, bar, servizio benzina, gestito da una signora molto simpatica con cui mi sono persa in chiacchiere per più di un'ora. I Monti Sciaga sono un nucleo di baite in sasso (molte ridotte in ruderi purtroppo) che danno l'idea di quanto fosse importante come alpeggio. Per fare la mulattiera che lo raggiunge mi è stato detto che tutti i possessori di baite contribuirono con una settimana per uno di lavoro. Più avevi baite e più dovevi lavorare, ma tutti fecero la propria parte e la mulattiera è ancora lì a riprova del buon lavoro svolto. L'Alpe Montoia è gestita da 3 anni da una giovane coppia che alleva capre. Ragazzi che si danno da fare, e lui, una volta alla settimana scende a valle per vendere i prodotti caseari. Sotto l'Alpe ho avuto il graditissimo incontro con un un'aquila (ce ne sono 3 nella zona) che si è alzata in volo da una roccia quasi sotto i miei piedi. Giro interessante, tutto un fiorire di rododendri, vallette, boschi di faggi, torrenti...15 chilometri per nulla monotoni Indemini (Gambarogno, Canton Ticino) 979 m.- Monti Sciaga 1342 m.- Alpe di Montoia 1633 m.- Monti Idacca 1201 m.- Monti Sciaga 1342 m.- Indemini 20-06-2019 #ossolaincammino #trasfertasvizzera #indemini #alpedimontoia #montisciaga #gambarogno #mountains #montagne #sempreincammino #sentieridimontagna #mountainpaths #baite #caseinsasso #stonehouses #panorami #landscape #trekking #hiking #svizzera #suisse #sweiz #switzerland #cantonticino #ticino #tessin #visitticino #fioridimontagna #flowers

A post shared by Federica Pozzato (@ossola_in_cammino) on

Ovi švicarski primjeri samo su jedni u nizu akcija koje lokalne vlasti napuštenih sredina provode kako bi svoja sela i gradove spasili od izumiranja. Na sličan način već su ljude mamile lokalne vlasti na Siciliji, na grčkim otocima i u Španjolskoj.

No, čini se kako ni nama takav način privlačenja novog stanovništva nije stran. Naime, Općina Vrbovsko u Gorskom kotaru planira osigurati od 50.000 do 100.000 kuna za sve one koji se žele preseliti u ovaj planinski kraj i s tim novcem potom obnoviti napuštene kuće.

Želite li dopuniti temu ili prijaviti pogrešku u tekstu?
Linker
02. prosinac 2021 12:13